Globalità dei Linguaggi

La Globalità dei Linguaggi è una disciplina della comunicazione, della significazione e dell’espressione umana con tutti i linguaggi.

Ha finalità educative, di ricerca, sperimentazione, terapia e animazione. Si sviluppa in quarant’anni di ricerca, studio e pratica, dal genio creativo, dall’amore e dalla dedizione di Stefania Guerra Lisi e Gino Stefani, insieme ai ricercatori e docenti AIMAT (Associazione Italiana MusicArTerapeuti)

cropped-DSCN0445-1.jpg

In quanto disciplina la GdL è innanzitutto un sapere, una scienza, una materia di studio, un campo dello scibile.

In quanto disciplina formativa della persona comporta anche un essere in un certo modo, ovvero l’adesione a dei valori, che andrò ad elencare più avanti.

Infine, in quanto formazione professionale, per le sue specifiche finalità operative, essa comprende anche un saper fare, e cioè arte, abilità operativa, competenza tecnica e pedagogica.

 

 

Nella Globalità dei Linguaggi l’umano è inteso nella sua interezza, in senso “olistico” e nella sua Unità Psico-Fisiologica e in relazione di scambio continuo con l’esterno.

Il soggetto è compreso nelle relazioni con l’altro e con l’ambiente. L’esperienza e il lavoro in gruppo assumono per la Globalità dei Linguaggi una importanza primaria perché evocano e rappresentano il “grembo sociale” dal quale nessun individuo umano, integro e felice, può prescindere.